EVENTI


Business meeting, convegni, conventions, congressi, seminari, conferenze, lanci di prodotto, showcase: con noi sono tutti eventi di successo.

Cerca evento

Innovations in Low Back Pain

Corso di Alta Formazione

www.innovationsinlowbackpain.it
12-13 novembre 2021

RAZIONALE

Il mal di schiena rappresenta la malattia più diffusa nei Paesi industrializzati, a causa di fattori correlati agli stili di vita, quali obesità, sovrappeso, sedentarietà e fumo, alla postura ed all’attività lavorativa. Circa il 70% della popolazione adulta ne soffre nel corso della vita ed il mal di schiena è la ragione principale di ricorso a visita presso gli ambulatori di medicina generale, nonché la causa più frequente di assenza dal lavoro.
Più di due terzi dei pazienti che soffrono di mal di schiena acuto vanno incontro, nel corso degli anni, ad una patologia dolorosa cronica, che rappresenta una vera e propria malattia invalidante. Il mal di schiena, quindi, non va visto unicamente nella sua dimensione fisica: rappresenta, piuttosto, l’espressione clinica più paradigmatica delle malattie a rilevante impatto biopsicosociale, per i suoi aspetti correlati alle comorbidità, quali ansia, depressione, disturbi del sonno, alle limitazioni funzionali, fino al vero e proprio handicap e ai conseguenti risvolti in ambito lavorativo, sociale e relazionale.
Il mal di schiena in Italia assorbe circa il 2% del PIL, tra costi “diretti”, quali quelli propriamente di tipo diagnostico-terapeutico (esami radiologici, farmaci, terapie fisiche, ricoveri impropri, ecc.) e costi indiretti (riduzione della produttività e del reddito ed aumento degli oneri sociali, per assenza dal lavoro e, più genericamente, quelli derivanti dalla perdita di salute o della qualità della vita): stiamo parlando, pertanto, di una vera e propria emergenza socio-sanitaria! Nonostante queste premesse, si stima che ancora oggi la classe medica, nella sua globalità, cura i pazienti affetti da mal di schiena con una terapia farmacologica standardizzata, quasi sempre inappropriata, perché non aderente alle linee guida e senza minimamente affrontare gli aspetti legati alla prevenzione ed agli stili di vita, finalizzati, ad esempio, all’esercizio fisico e alla perdita di peso. In altre parole, raramente il trattamento del mal di schiena prevede una vera e propria “presa in carico”: solo il 10% dei pazienti riceve cure multiprofessionali e multidisciplinari appropriate, indirizzate ai molteplici aspetti della patologia dolorosa.
Il Corso di alta formazione “Innovations in low back pain” si propone di colmare questo gap, culturale e professionale, fornendo una visione globale e multidimensionale della disabilità dolorosa correlata al mal di schiena e di fornire gli strumenti, scientifici ed esperenziali, idonei ad offrire una risposta adeguata ai bisogni di milioni di pazienti sofferenti. “Innovations in low back pain”, pertanto, è un progetto focalizzato sulla persona o, per meglio dire, su tutte le persone affette da mal di schiena che, dopo il lungo periodo della pandemia, hanno bisogno di un ricongiungimento tra mente e corpo, ritrovando il binomio equilibrio-ordine, indispensabile per migliorare ed ottimizzare la propria qualità di vita. In quest’ottica troveranno spazio sia argomenti clinici, epidemiologici e diagnostico-terapeutici, sia approfondimenti su aspetti socio- economici, posturali, psicologici, nutrizionali e motori: prevenzione e benessere, dunque, come aspetti qualificanti della professione medica, in un Paese che deve rialzarsi più forte di prima!

Piattaforma WEB attraverso la quale i partecipanti fruiranno del corso online:
www.innovationsinlowbackpain.it
NB: Il presente link sarà attivo eclusivamente durante le giornate del webinar