EVENTI


Business meeting, convegni, conventions, congressi, seminari, conferenze, lanci di prodotto, showcase: con noi sono tutti eventi di successo.

Cerca evento

AROUND PAIN

La centralità del paziente nel percorso di cura

Torino
15-16 novembre 2019

RAZIONALE

In Italia la legge 38 del 15 marzo 2010 ha dato un notevole impulso allo sviluppo della terapia del dolore e delle cure palliative e il fondamento su cui poggia è l’equità: ogni cittadino italiano ha diritto all’accesso alle cure, senza distinzione alcuna né di tipo sociale, né di ordine anagrafico, né, tantomeno, in relazione alla sua patologia dolorosa o al setting di cura. Il dolore è un’esperienza comune e trasversale: non c’è essere umano, nella storia del mondo, che non abbia provato dolore almeno una volta nella vita; il dolore accompagna gran parte delle malattie e rappresenta sicuramente il motivo principale dei consulti medici. Fondamentalmente siamo abituati a riconoscere due tipi di dolore, acuto e cronico: tuttavia le recenti ricerche sperimentali e cliniche portano attualmente a considerare anche un dolore ricorrente che, se adeguatamente e precocemente trattato, può risolversi senza cronicizzare. Pertanto approfondire ed aggiornare le conoscenze nel campo della terapia del dolore è un obbligo scientifico-culturale, ma anche deontologico ed etico, di ogni medico, indipendentemente dalla branca di afferenza.
La seconda edizione di “Around Pain”, indirizzata a Medici specialisti in Ortopedia e Fisiatria, si sviluppa attraverso un percorso interattivo ed esperienziale, molto apprezzato dai circa trecento discenti della prima edizione, che, partendo dalla ricerca preclinica e clinica, approda a considerazioni terapeutiche scientificamente fondate. Il Corso ha la finalità di promuovere l’approccio multidisciplinare alla gestione appropriata del dolore acuto, ricorrente e cronico, nell’ottica della crescente attenzione ai concetti di personalizzazione delle cure e di miglioramento della qualità di vita e, di conseguenza, dell’approccio terapeutico multimodale, che tiene conto della genesi multifattoriale del dolore. A tal proposito, anche alla luce dell’analisi della letteratura scientifica internazionale, il programma di quest’anno si arricchisce di due tematiche che vanno ad affiancare la terapia farmacologica: una relazione sulle terapie non farmacologiche ed un’altra sull’approccio cognitivo-comportamentale al dolore cronico. Il corso, pertanto, attraverso l’approfondimento delle tematiche inerenti la ricerca, la clinica e la gestione del paziente algico, si propone di: arricchire le conoscenze; aumentare le competenze; implementare percorsi diagnostico-terapeutici appropriati ed individualizzati.